“Colpa delle stelle” di John Green - di Greta Mollica

RIASSUNTO LIBRO “COLPA DELLE STELLE” (John Green)
Hazel Grace ha sedici anni, ma nonostante la sua giovane età ha alle spalle un miracolo, grazie a un farmaco sperimentale riesce a sopravvivere al  cancro terminale che le avevano diagnosticato anni prima, ma nonostante questo deve comunque trasportare con se un carrellino con una bombola di ossigeno all’interno per via del malfunzionamento dei suoi polmoni.
La madre costringe Hazel a frequentare un gruppo di supporto per sopravvissuti al cancro, inizialmente la ragazza non voleva andarci, ma una volta arrivata fa la conoscenza di un ragazzo , Augustus Waters (detto Gus), un ragazzo molto affascinate con una protesi alla gamba per via dell’amputazione di essa, a causa del suo cancro e amico di Isaac, ragazzo diventato cieco per via di un tumore agli occhi che faceva parte del gruppo di supporto.
Dopo la seduta Augustus invita Hazel a guardare un film, “V per Vendetta”a casa sua, una volta arrivati a casa e aver presentato Hazel hai genitori, Augustus la porta a fare un giro della casa e durante la visita Gus chiede a Hazel quali sono i suoi hobby e lei comincia a parlare di un libro, il suo libro preferito “Un’imperiale afflizione”  Augustus confessa di non averlo mai letto e Hazel decide di prestarglielo, allora Augustus per ricambiare il favore le prestò un libro “The Pirce of Dawn” e scrisse, all’insaputa della ragazza, il suo numero di telefono.
Una volta finito il libro, Hazel chiama Augustus per parlare di esso, ma durante la telefonata Augustus chiede a Hazel di andare a casa sua per aiutarlo a consolare Isaac, che si era appena lasciato con la sua fidanzata Monica.
Una volta arrivata a casa di Gus, sentì delle urla provenire dalla camera di Gus, spaventata si affretta ad entrare e trova Isaac e Gus a giocare ai videogame e vede Isaac col volto pieno di lacrime, si disperava per la rottura della relazione durata un anno con Monica. Lei lo aveva lasciato perche era diventato cieco, questo fece si che Hazel cominciò a provare disgusto per tutte le persone che li discriminavano per la loro diversità, dopo averlo consolato e calmato Hazel e Gus cominciarono a parlare del libro e dopo qualche ora Gus porta a casa Hazel.
Dopo qualche giorno Hazel riceve una chiamata da Augustus che gli chiede se poteva venire a casa sua per avere dei chiarimenti riguardo il libro “Un’imperiale afflizione” dopo venti minuti il ragazzo arrivo, cominciarono a parlare di questo librò tanto affascinante quanto misterioso per il fatto che non aveva una fine,  poiché l’autore decise di fermarsi alla morte della protagonista, quindi aveva interrotto la narrazione riguardante i personaggi secondari. Mentre parlano del libro Gus chiede a Hazel di vedersi per fare una passeggiata in un parco al centro della città.
Il giorno dell’incontro parlarono maggiormente del libro “Un’imperiale afflizione”  e Hazel confessa che le piacerebbe andare ad Amsterdam a conoscere lo scrittore, Peter Van Hounten, allora Gus le chiede se aveva già usato il desiderio della Fondazione del Genio, un’associazione che esprimeva un desiderio dei bambini malati terminali. Lei disse di averlo sprecato per andare a DisneyWorld quando le dissero che le sarebbero rimasti pochi mesi di vita, prima di provare il farmaco sperimentale che l’aveva salvata.
Augustus un po’ sconvolto dalla scelta della ragazza le grida addosso e lei si giustificò dicendo che non era ancora stata miracolizzata e pensava di morire a breve. Il ragazzo una volta capita la situazione le propose di usare il proprio desiderio per andare ad Amsterdam insieme, dato che anche a lui sarebbe piacuto incontrare Van Hounten. Il giorno dopo Gus organizzò un pic nic per annunciare a Hazel che avrebbero incontrato lo scrittore il 5 agosto ad Amsterdam.  Hazel scioccata torna a casa dalla madre per dirle del magnifico gesto di Augustus, la madre però decise di andare con loro in modo da soccorrere la figlia in caso di emergenza.
Augustus scrisse alla segretaria dello scrittore spiegandole la situazione e organizzare un incontro.
Una volta arrivato il giorno della partenza Hazel e la madre vanno a prendere Gus a casa e una volta arrivate alla porta lo sentono litigare con la madre; allora decisero di tornare in macchina e Hazel scrisse un messaggio a Gus dicendogli che erano arrivate, una volta uscito dalla porta sembrava fosse tutto a posto. La madre di Hazel parlò con i genitori di Augustus e poi partirono.
Sull’aereo per Amsterdam mentre i due ragazzi guardavano un film Augustus disse a Hazel di amarla, Hazel al momento non capiva se ricambiasse il sentimento quindi non rispose al ragazzo.
Una volta arrivati a casa di Van Hounten, si stupirono dell’arroganza dell’uomo e nonostante lui avesse promesso di raccontare ai due ragazzi la fine del libro, non gli raccontò niente, anzi Van Hounten cominciò ad insultare Hazel per via dei suoi problemi.
La ragazza infuriata esce dalla casa con Gus e vengono rincorsi dalla segretaria molto dispiaciuta per il comportamento dello scrittore, e decide di portare i due ragazzi a visitare il museo della casa di Anna Franck. Durante la visita tra i ragazzi c’è stata molta tensione ma durante la ultima galleria di foto Gus e Hazel si baciano, e Hazel dice ad Augustus di amarlo.
Durante il viaggio di ritorno in America, sull’aereo, Gus provò un gran dolore allo stomaco ma lui continuava a dire a Hazel che non doveva preoccuparsi e che sarebbe stato meglio.
Un mese dopo il ritorno da Amsterdam, Hazel riceve un chiamata da Gus nel mezzo della notte che gli dice di andare ad aiutarlo perche si sentiva a male, e l’ha implorata di non chiamare l’ambulanza. Arrivata alla macchina del ragazzo lo trova immerso nel suo stesso vomito e per questo Hazel ha deciso di chiamare subito i soccorsi.
Una volta arrivato in ospedale e dopo essere stato ricoverato Gus parla coi suoi genitori. Vide i genitori di Gus avvicinarsi a lei e dirle che al figlio era tornato il cancro, gli era tornato già da prima di partire per Amsterdam ma non glie lo avevano detto per non farla preoccupare, per questo stavano litigando e per questo la mamma di Hazel era andata a parlare con i genitori di Gus.
Piano piano Gus peggiorò e morì pochi mesi dopo.
Dopo la morte del ragazzo, l’amico Isaac, parlando con Heazel disse che Gus gli aveva accennato al fatto che stava scrivendo qualcosa per lei e che lo aveva mandato a Van Hounten chiedendogli di aiutarlo a sistemare i dettagli.
La ragazza scrisse subito alla segretaria dello scrittore chiedendole se avesse qualcosa del ragazzo, lei le mandò una lettera che esprimeva tutto l’more che Augustus provava per Hezel.
Il libro termina con la lettere che Gus scrisse alla ragazza, era l’unica cosa che le rimaneva di lui, e ora lo amava più di prima.  

Commenti

Post popolari in questo blog

Riassunto libro “Colpa delle Stelle” Di John Green - di Valentina Stoppani

La locandiera di Goldoni - di Sofia Terraneo

La mandragola di Niccolò Machiavelli - di Alessandra Marinaccio